http://lucavianello.com/files/gimgs/th-32_architettura_botanica_4167.jpg
http://lucavianello.com/files/gimgs/th-32_architettura_botanica_4166.jpg
http://lucavianello.com/files/gimgs/th-32_architettura_botanica_4164.jpg
http://lucavianello.com/files/gimgs/th-32_architettura_botanica_4165.jpg


Architettura Botanica

L’uomo è un individuo e da individuo non divisibile. (1)
Possiede una struttura gerarchica del suo corpo, della sua società e della sua esistenza.
La gerarchia porta a debolezza, la suddivisione in organi alla vulnerabilità.
Le piante non sono individui, sono divisibili, non posseggono gerarchia nel loro corpo e nella loro società.
L’ eterarchia porta all’evoluzione. L’assenza di organi e la distribuzione delle funzioni in maniera eterarchica accompagna alla trasformazione della società, la concretizzazione di un unico organismo botanicamente sociale mutevole e dinamico. Una società completa ma divisibile, risoluta ed evolutiva.
Architettura Botanica è una raccolta di disegni che emulano una rappresentazione di una nuova struttura sociale. Non posseggono una chiave di lettura determinata ma un abbandono della narrazione, comunicano in maniera liquida, lo fanno singolarmente o congiuntamente perché divisibili, micro e macro senza orientamento.

(1) dal latino individuus «indiviso, indivisibile»